Monopiede: migliori prodotti di Luglio 2021, prezzi, recensioni

Il mondo fotografico offre di certo una serie di accessori utili per migliorare e accrescere la propria attrezzatura. Moltissimi componenti potranno rilevarsi estremamente utili soprattutto in determinate circostanze. Al di là che siate professionisti, principianti o semplici appassionati di fotografia, se si vorrà ottenere degli scatti di buona qualità, alcuni di questi accessori saranno pressoché indispensabili.

Quando parliamo di stabilità nella fotografia, entrano in gioco numerosi fattori. Si andrà ad analizzare, infatti, non solo il settaggio dei parametri di scatto, ma andrà impostata al meglio l’attrezzatura, soprattutto la scelta di un ottimo obiettivo stabilizzato e dell’uso del treppiedi.

Nel seguente articolo, vorremo spostare l’attenzione su un accessorio considerato da moltissimi fotografi utile e pratico per diverse tipologie di scatti. Ci riferiamo nella fattispecie al monopiede. Questo componente fotografico, non è indispensabile ma in molti contesti, potrebbe di certo fare la differenza. Curioso di sapere se anche a te potrebbe servire? Non perdiamo altro tempo allora e scopriamo tutto ciò che di più utile c’è da sapere a tal proposito!

Un accessorio salvavita. Il monopiede!

La prima precisazione che andremo a fare è la seguente. Un monopiede non potrà mai e per nessuna circostanza, sostituire il treppiedi. Questo perché, mancando degli altri due piedini, il fattore stabilità sarà inferiore, quindi il suo utilizzo andrà calibrato e scelto nei casi giusti.

Uno tra i principali criteri di scelta per un monopiede è il ridotto numero di segmenti. In quanto ogni segmento aggiunto è fonte di maggiore instabilità e proprio questa è la nemica numero uno per il buon risultato dei nostri scatti.

Ma vediamo in modo più semplice e intuitivo quali sono gli aspetti essenziali per la scelta di un buon monopiede:

  • Minor numero di segmenti per l’altezza scelta.
  • Ottima qualità del materiale. Preferibile sarà la fibra di carbonio. 
  • Che monti una testa a tipologia sfera non eccessivamente pesante.
  • Buon rapporto qualità/prezzo.

   

Quando è utile sfruttare le potenzialità di un monopiede?

Come abbiamo già anticipato precedentemente, un monopiede non potrà di certo sostituire l’uso di un treppiedi. Tuttavia le situazioni e i contesti in cui sarà comodo usarlo non sono poche. Soprattutto quando ci ritroviamo a scattare foto in ambienti naturalistici o in contesti sportivi, dove sarà richiesto un maggiore dinamismo, il monopiede potrebbe essere un valido alleato.

Il monopiede è particolarmente usato per gli scatti in viaggio e persino per le foto macro naturalistiche. Avere un punto di appoggio aggiuntivo, permetterà una considerevole stabilizzazione dell’immagine e questo sarà capace di scongiurare l’effetto mosso terribilmente sgradevole, soprattutto sulle fotografie ravvicinate, dove il dettaglio è essenziale!

Il monopiede, è più facile e leggero da trasportare, se poi il materiale prescelto è la fibra di carbonio, sarà un ottimo compagno di viaggio e sarà facile, all’occorrenza, montarlo e sfruttarlo al massimo delle sue capacità.

Come si usa un monopiede? Ecco quello che c’è da sapere!

A differenza del treppiedi, che avrà una propria stabilità, il monopiede andrà sempre sorretto. Proprio a causa di ciò, il fotografo dovrà essere in grado di posizionarlo nel modo corretto. Per farlo esistono due particolari posizioni da assumere poco prima dello scatto.

  • Gambe divaricate a circa 50 cm l’una dall’altra col monopiede frontale a noi. Così facendo si creerà una triangolazione simile a quella del treppiedi standard. 
  • Con una gamba più avanzata e il piede indietro perpendicolare al corpo.

   

In ogni caso, ogni fotografo svilupperà per sé delle posizioni che riterrà ottimali e confortevoli. Proprio il confort al momento dello scatto sarà di vitale importanza. Mantenere la muscolatura rigida si ripercuoterà sul monopiede. Questo influenzerà in negativo i vostri scatti e usare questo accessorio potrà diventare un vero incubo.

Quali sono quindi i vantaggi e gli svantaggi di usare un monopiede?

Come in tutti gli accessori che si rispettino, esistono pro e contro da valutare attentamente prima di un possibile acquisto. Questa regola vale anche per il monopiede. Ma vediamone insieme qualche esempio:

Pro:

  • Accessorio maneggevole e di poco peso.
  • Rapido da montare.
  • Offre maggiore stabilità per le lenti lunghe.

   

Contro:

  • Non può essere considerato un vero e proprio sostituto del treppiedi. 
  • Se non si conoscono bene le tecniche di stabilizzazione potrebbe essere difficoltoso da utilizzare.
  • Bisogna imparare a posizionarsi nel modo corretto per non rischiare affaticamenti posturali e muscolari.

   

Vale la pena, quindi, acquistare un monopiede per la nostra attrezzatura fotografica?

Il detto comune “tutto fa sostanza” potrebbe valere anche in questo contesto. Il monopiede, come abbiamo già accennato non è un accessorio fondamentale come potrebbe esserlo un obiettivo ad esempio. Tuttavia in determinati casi, possederne uno potrebbe rivelarsi molto utile e assicurare di certo degli scatti sempre fermi e precisi. Tutto, in poche parole, dipenderà da che tipo di fotografi siamo e che scatti siamo soliti fare. Se siamo amanti di viaggi e foto paesaggistiche, il monopiede potrebbe rivelarsi utile, così come se sprovvisti di treppiedi, volessimo fare qualche scatto al tramonto o quando le condizioni luminose non sono delle migliori. Valutate bene prima questi fattori e non potrete sbagliarvi!

Prezzi e costi del monopiede fotografico.

Così come per altri accessori fotografici, anche il monopiede avrà un costo variabile a seconda del materiale e delle dimensioni. Un consiglio sempre utile, è quello di evitare di comprare monopiedi scadenti e fin troppo economici. I risultati che si otterranno non saranno dei migliori. Un monopiede di buona fattura, dovrà quindi essere se non altro in fibra di carbonio. I prezzi, accomunati all’interno di una fascia oscilleranno tra i 50-80 euro fino ad arrivare ad oltre i 200 euro per quelli di alta qualità.

Se si considera di acquistare un monopiede, puntare su marchi noti è sempre una garanzia di qualità indiscussa del prodotto. La spesa maggiore, sarà ripagata in efficienza e durata nel tempo. Quindi è comunque da ritenersi un buon investimento per il proprio lavoro o per la propria passione.

Tra i marchi più importanti che si occupano della produzione di monopiedi è la Manfrotto. I loro prodotti sono il fiore all’occhiello del settore fotografico. Anche altri marchi saranno in grado di offrire buon materiale. Ma valutate sempre che ogni monopiede rispecchi in primis le vostre esigenze.

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
fotoevideocamere.it